Lavoro stagionale

La caratteristica del lavoro stagionale è la sua periodicità e lo svolgimento in un determinato lasso di tempo.

La tipologia è definita dal DPR. n. 1525/63 e dalla Legge 247/2007

I contratti stagionali di lavoro sono riservati ad occupazioni che si sviluppano appunto in determinati periodi dell’anno dove per una molteplicità di ragioni, quali possono essere quelle climatiche o sociali si realizza un picco di attività che richiede una maggiore attività lavorativa.

Gli ambiti primati sono:

  • ambito agricolo
  • ambito turistico
  • ambito alimentare

sono da comprendere anche gli aspetti logistici annessi: trasporti, movimentazione merce, …

Essendo un’occupazione momentanea è basato su contratti a termine.

Il permesso di soggiorno è temporaneo, di 6 mesi rinnovabile fino ad un massimo di 9 mesi, è convertibile all’interno delle quote.

Ultimo aggiornamento