Per “prestazioni sociali” si intendono tutte le attività relative alla predisposizione ed erogazione di servizi, gratuiti ed a pagamento, o di prestazioni economiche destinate a rimuovere e superare le situazioni di bisogno e di difficoltà che la persona incontra nel corso della sua vita, escluse soltanto quelle assicurate dal sistema previdenziale e da quello sanitario, nonché quelle assicurate in sede di amministrazione della giustizia (art. 128 del D. Lgs. 112/1998, art. 1 c. 2 Legge 328/2000).

Per il diritto dell’Unione europea si fa riferimento alla nozione di sicurezza sociale: vi rientrano tutte le prestazioni sociali e assistenziali, contributive o a carico della fiscalità generale, ad eccezione di quelle la cui concessione è sottoposta ad una valutazione discrezionale da parte dell’ente che le eroga e non soltanto a requisiti di legge (Regolamento 883/2004, Regolamento 1408/71).

Le informazioni contenute in questa sezione del portale sono state elaborate (fino al novembre 2018) dal Comune di Ravenna, hub specialistico in tema di “Prestazioni sociali e anagrafe” e partner del Piano regionale multi-azione FAMI Casp-ER, dedicato all’integrazione dei cittadini stranieri in Emilia-Romagna.

Questa sezione è in aggiornamento, le informazioni aggiornate saranno pubblicate nelle prossime settimane.

Ultimo aggiornamento