Decreto flussi

Il decreto flussi regola l’entrata in Italia sia come lavoro subordinato che come lavoro autonomo e stagionale, regola i flussi anche per l’entrata da tirocinio.

I Decreto flussi sono stati istituiti dalla legge n.40/1998 (Turco / Napolitano) e sono iniziati nel 2001 con cadenza annuale fino al 2011 quando con la crisi del 2008 si è deciso di non ammettere più ingressi per lavoro generico, i decreti dal 2001 al 2020 sono stati limitati ad alcune categorie molto specifiche ed alle conversioni, l’ultimo decreto flussi è del 12 ottobre 2020 e dopo 9 anni riapre all’ingresso di lavoratori di alcune categorie lavorative generali.

Con il Decreto Legge 130 del 21/10/2020 convertito con modificazioni in Legge 173 del 18/12/2020 è stato abrogato il sistema dei flussi di ingresso nel nostro paese, ma non è ancora stato adottato un sistema alternativo:

al comma 1 Decreto Legge 130 del 21/10/2020 (si fa riferimento al TU 286/98):
alla lettera a) e’ premessa la seguente:
«0a) all’articolo 3, comma 4, quarto periodo, le parole: “, entro il 30 novembre, nel limite delle quote stabilite nell’ultimo decreto emanato” sono soppresse»;

Ad oggi sono al vaglio delle proposte di legge di iniziativa popolare che, ad esempio, reintroducono l’ingresso per sponsorizzazione, nel frattempo, vale la proroga per l’emergenza covid, ma non sono state definite nuove quote.

Procedure degli Adempimenti Amministrativi

Il Decreto Flussi e il Nullaosta al Lavoro - Caratteri Generali

Legislazione di riferimento

Ultimo aggiornamento