Decreto Flussi

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 15 dicembre 2017 (Decreto Flussi 2018) e relativa Circolare n. 35/167 del 17 gennaio 2018 Ministero dell’Interno e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali prevede una quota massima di 12.850 ingressi di cittadini extracomunitari per motivi di lavoro subordinato, non stagionale, e di lavoro autonomo. Rispetto al lavoro stagionale, Il DPCM del 15/12/2017 in argomento prevede anche una quota massima di 18.000 ingressi di cittadini extracomunitari per motivi di lavoro subordinato stagionale, da ripartire tra le Regioni e le Province autonome, a cura del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.
Le quote destinate alle conversioni (9.850 unità) in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e autonomo previste dal decreto in oggetto verranno ripartite dalla Direzione Generale dell’Immigrazione e delle politiche di integrazione del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, tramite il sistema SILEN, sulla base delle effettive domande pervenute agli Sportelli Unici per l’Immigrazione.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 13 febbraio 2017 (Decreto Flussi 2017) e relativa Circolare n. 943 del 6 marzo 2017 Ministero dell’Interno e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  ha stabilito la programmazione dei flussi d’ingresso di lavoratori non comunitari in Italia per l’anno 2017, per motivi di lavoro subordinato stagionale, autonomo e non stagionale (conversioni permessi di soggiorno posseduti ad altro titolo in permessi di soggiorno per lavoro subordinato e autonomo), per la quota massima di 30.850 unità.

Circolare Ministeri dell’interno e del lavoro e delle politiche sociali del 14 luglio 2016 n. 3303 indica le procedure semplificate per i procedimenti di competenza degli Sportelli unici per l’immigrazione, relativamente alla documentazione necessaria per l’ingresso, al di fuori delle quote, dei lavoratori che rientrano nelle ipotesi disciplinate dagli artt. 27, co. 1 e 27-quater del d.lgs. n. 286/98.

Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 14 dicembre 2015 (Decreto Flussi 2016) e relativa Circolare del 29 gennaio 2016 Ministero dell’Interno e Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali  ha stabilito la programmazione dei flussi d’ingresso di lavoratori non comunitari in Italia per l’anno 2016, e prevede una quota massima di ingressi pari a 17.850 unità  per lavoro subordinato non stagionale e per lavoro autonomo e di 13.000 unità per lavoro subordinato stagionale.

Ultimo aggiornamento