Il sistema educativo nazionale - Legislazione di riferimento

QUADRO NORMATIVO NAZIONALE

 

Linee guida per l’accoglienza e l’integrazione degli alunni stranieri del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) approvate il 19 febbraio 2014

DECRETO LEGISLATIVO 14 settembre 2011, n. 167

Testo unico dell’apprendistato, a norma dell’articolo 1, comma 30, della legge 24 dicembre 2007, n. 247.

DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 20 marzo 2009, n. 89

Revisione dell’assetto ordinamentale, organizzativo e didattico della scuola dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione ai sensi dell’articolo 64, comma 4, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, convertito, con modificazioni, dalla legge 6 agosto 2008, n. 133.
 
Istituzione dei Centri provinciali per l’istruzione degli adulti”.


Legge 53 del 2003

Delega al Governo per la definizione delle norme generali sull’istruzione e dei livelli essenziali delle prestazioni in materia di istruzione e formazione professionale.

Legge 148 del 2002

Ratifica ed esecuzione della Convenzione sul riconoscimento dei titoli di studio relativi all’insegnamento superiore nella Regione europea, fatta a Lisbona l’11 aprile 1997, e norme di adeguamento dell’ordinamento interno.

LEGGE 17 maggio 1999, n. 144

Misure in materia di investimenti, delega al Governo per il riordino degli incentivi all’occupazione e della normativa che disciplina l’INAIL, nonche’ disposizioni per il riordino degli enti previdenziali.

Ordinanza Ministeriale n. 455 1997

Educazione in età adulta – Istruzione e formazione

Costituzione della Repubblica Italiana


  

QUADRO NORMATIVO EUROPEO

 Convenzione di New York sui diritti del fanciullo.

 Convenzione di Lisbona da cui la Legge 148 del 2002.

Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea, nota anche come Carta di Nizza.


  

QUADRO NORMATIVO REGIONALE


RIFORMA DEL SISTEMA DI GOVERNO REGIONALE E LOCALE E DISPOSIZIONI SU CITTÀ METROPOLITANA DI BOLOGNA, PROVINCE, COMUNI E LORO UNIONI

Legge Regionale 14/2015
DISCIPLINA A SOSTEGNO DELL’INSERIMENTO LAVORATIVO E DELL’INCLUSIONE SOCIALE DELLE PERSONE IN CONDIZIONE DI FRAGILITÀ E VULNERABILITÀ, ATTRAVERSO L’INTEGRAZIONE TRA I SERVIZI PUBBLICI DEL LAVORO, SOCIALI E SANITARI



“Sistema regionale integrato di interventi e servizi per il diritto allo studio universitario e l’alta formazione”

“Norme per l’uguaglianza delle opportunità di accesso al sapere, per ognuno e per tutto l’arco della vita, attraverso il rafforzamento dell’istruzione e della formazione professionale, anche in integrazione fra loro”

Legge regionale 8 agosto 2001, n. 26
“Diritto allo studio e all’apprendimento per tutta la vita. Abrogazione della L.R. 25 maggio 1999, n. 10”

 

Il sistema educativo nazionale

Ultimo aggiornamento