Lavoro Professionale

DECRETO LEGISLATIVO 29 dicembre 2016, n. 253 mette in atto la direttiva 2014/66/UE sulle condizioni di ingresso e soggiorno dei dirigenti, lavoratori specializzati, lavoratori in formazione di Paesi terzi nell’ambito di trasferimenti intra-societari; la direttiva ha l’obiettivo di agevolare i trasferimenti intra-societari per i lavoratori non comunitari di società transnazionali con sedi al di fuori dell’UE, introducendo definizioni comuni e condizioni di ammissione trasparenti e semplificate.

Decreto 29 settembre 2010 Integra i decreto 18.6.2002 recante l’autorizzazione alle Regioni a compiere gli atti istruttori per il riconoscimento dei titoli abilitanti dell’area sanitaria conseguiti in Paesi extracomunitari.

Decreto n. 268 del 29 luglio 2010 disciplina il riconoscimento dei titoli professionali conseguiti nei Paesi comunitari ed extracomunitari ai fini dell’esercizio delle attività professionali di medico chirurgo, medico specialista, medico veterinario, farmacista, odontoiatra, psicologo, ostetrica, tecnico sanitario di radiologia medica, infermiere; il riconoscimento del titolo può essere subordinato al superamento delle misure compensative, che potranno consistere, a scelta del richiedente, in una prova attitudinale (orale e scritta o pratica, in lingua italiana) o in un tirocinio di adattamento non superiore a tre anni e accompagnato eventualmente da una formazione complementare.

Nota 4/2-339 del 27 settembre 2013 e Parere n. 30321 del 19 febbraio 2014 riguardano la registrazione di testate giornalistiche da parte di cittadini non comunitari, si abroga l’art. 3 della legge 8.2.1948, n. 47, nella parte in cui richiede che il direttore responsabile di una testata possa essere solo un cittadino italiano. Inoltre, pur non rinvenendosi precedenti giurisprudenziali, il diritto di esercitare liberamente la propria attività professionale, ivi compreso il ruolo di direttore responsabile di un giornale o un periodico, rientra a pieno titolo tra i diritti in materia civile, che vanno riconosciuti anche allo straniero extracomunitario che soggiorni regolarmente nel territorio dello Stato.

Ultimo aggiornamento