Lavoro professionale

Il lavoro professionale riguarda i dirigenti, i lavoratori specializzati, i lavoratori in formazione di Paesi terzi nell’ambito di trasferimenti intra-societari; 

Il decreto n. 268 del 29 luglio 2010 disciplina il riconoscimento dei titoli professionali conseguiti nei Paesi comunitari ed extracomunitari ai fini dell’esercizio delle attività professionali di medico chirurgo, medico specialista, medico veterinario, farmacista, odontoiatra, psicologo, ostetrica, tecnico sanitario di radiologia medica, infermiere; il riconoscimento del titolo può essere subordinato al superamento delle misure compensative, che potranno consistere, a scelta del richiedente, in una prova attitudinale (orale e scritta o pratica, in lingua italiana) o in un tirocinio di adattamento non superiore a tre anni e accompagnato eventualmente da una formazione complementare.

Ultimo aggiornamento