Centri per l'impiego

I Centri per l’Impiego (CPI) sono strutture pubbliche coordinate dalle Regioni, in Emilia-Romagna sono gestiti dall’Agenzia Regionale per il Lavoro.

Favoriscono l’incontro tra domanda e offerta di lavoro e promuovono interventi di politica attiva del lavoro.
Svolgono inoltre attività amministrative, come il rilascio della DID, la gestione degli elenchi delle categorie protette, le cessazioni dei rapporti di lavoro.

I servizi si rivolgono a:

  • Cittadini disoccupati e occupati in cerca di una nuova posizione lavorativa
  • Lavoratori beneficiari di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro e a rischio disoccupazione.
  • Cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in cerca di nuova occupazione.
  • Imprese e altri datori di lavoro in cerca di personale.
 

I Centri per l’Impiego regionali, disciplinati dal d.lgs. n. 150/2015: sono il punto di accesso ai servizi per il lavoro offerti dalla rete regionale e nazionale ai cittadini e alle imprese, operano in un contesto regolamentato di servizi pubblici e privati accreditati.  Secondo il DGR 1959/2016 il sistema di Accreditamento dei servizi della Regione Emilia Romagna è definito tenendo conto delle norme e dei programmi regionali, e in particolare della LR 17/2005 e ssmm, della LR 14/2015 e del “Patto per il lavoro” 2015; attraverso l’accreditamento dei soggetti privati la Regione persegue l’obiettivo di ampliare e qualificare l’offerta di servizi per il lavoro per cittadini e imprese garantendo prestazioni che siano acquisibili nei tempi/modi previsti dalle norme vigenti, accessibili, appropriate.

I CPI svolgono le funzioni esclusive assegnate dal d.lgs. 150/2015 e dal d.lgs. 151/2015; l’art. 18 del D.Lgs. n. 150/2015 individua tutte le prestazioni che devono essere garantite dalla rete dei servizi per il lavoro e i successivi artt. 20, 21, 22 e 23 nonché l’art 11, indicano le funzioni esclusive proprie dei Centri per l’impiego: le attività propedeutiche alla stipula del Patto di Servizio Personalizzato e relativo monitoraggio (inclusa la gestione della condizionalità), le attività relative al rilascio dell’assegno individuale di ricollocazione, le attività di monitoraggio del Patto di Servizio Personalizzato e la gestione delle politiche attive riservate ai beneficiari di strumenti di sostegno al reddito in costanza di rapporto di lavoro.

I CPI sono chiamati ad erogare un ampio ventaglio di servizi al lavoro, che si rivolgono tanto alle persone fisiche (in primis disoccupati e disoccupate, ma anche persone in Cassa Integrazione, a rischio di disoccupazione e già occupate) quanto alle persone giuridiche (imprese e liberi professionisti).

  • orientamento di base, analisi delle competenze in relazione alla situazione del lavoro;
  • ausilio alla ricerca di una occupazione;
  • orientamento specialistico e individualizzato, mediante bilancio delle competenze ed analisi degli eventuali fabbisogni in termini di formazione;
  • orientamento individualizzato all’autoimpiego e tutoraggio per le fasi successive all’avvio dell’impresa;
  • avviamento ad attività di formazione ai fini della qualificazione e riqualificazione professionale;
  • accompagnamento al lavoro, anche attraverso l’utilizzo dell’assegno individuale di ricollocazione;
  • promozione di esperienze lavorative ai fini di un incremento delle competenze;
  • gestione, anche in forma indiretta, di incentivi all’attività di lavoro autonomo;
  • gestione di incentivi alla mobilità territoriale;
  • gestione di strumenti finalizzati alla conciliazione dei tempi di lavoro con gli obblighi di cura nei confronti di minori o di soggetti non autosufficienti;
  • promozione di prestazioni di lavoro socialmente utile.
  • Supporto ai lavoratori disabili e c.d. categorie protette, con la gestione del circuito del collocamento mirato, ai sensi della L. 68/1999;
  • gestione di bandi per l’avviamento a selezione presso le Pubbliche Amministrazioni (art. 16, legge 56/1987);
  • preselezione di personale, su richiesta delle aziende.
 
Secondo l’elenco del DGR 1959/2016:

Prestazioni per le persone:

  • 1. Erogazione di informazioni
  • 2. Definizione di misure personalizzate per l’occupabilità
  • 3. Incontro domanda/offerta di lavoro
  • 4. Consulenza e promozione della mobilità professionale
  • 5. Accompagnamento al lavoro e alla formazione
  • 6. Consulenza e accompagnamento all’avvio di impresa/ autoimpiego
  • 7. Consulenza orientativa
  • 8. Azioni di accompagnamento al collocamento mirato
  • 9. Presa in carico integrata
  • 10. Supporto all’inserimento lavorativo e all’inclusione sociale di soggetti fragili e vulnerabili
  • 11. Formalizzazione e certificazione delle competenze
  • 12. Avviamento a selezione negli enti pubblici e nella P.A.
 

Prestazioni per i datori di lavoro e le imprese

  • 1. Erogazione di informazioni
  • 2. Consulenza e supporto alla soddisfazione del fabbisogno professionale
  • 3. Incontro domanda/offerta di lavoro
  • 4. Consulenza e supporto per la gestione delle comunicazioni obbligatorie
  • 5. Consulenza e supporto per la gestione delle assunzioni obbligatorie
  • 6. Informazioni e consulenza aziendale
  • 7. Servizi amministrativi relativi agli obblighi di assunzione lavoratori con disabilità
  • 8. Incentivi alle assunzioni dei disabili
 
Servizi EURES: lanciata nel 1994, EURES è una rete di cooperazione europea dei servizi per l’impiego, concepita per facilitare la libera circolazione dei lavoratori.
 
DID Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro

La DID è la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro, cioè l’iscrizione al Centro per l’impiego come “disoccupato”. 

Possono rilasciare la Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro (DID) coloro che possiedono entrambi i seguenti requisiti:

  •     sono privi di lavoro o svolgono una attività di lavoro da cui derivi un reddito annuo inferiore rispettivamente a euro 8145 se subordinato o 4800 se autonomo o parasubordinato;
  •     sono effettivamente alla ricerca di una occupazione.

La DID non può essere rilasciata da coloro che sono occupati in un’attività lavorativa (ad eccezione di coloro che svolgono una attività di lavoro da cui derivi un reddito annuo inferiore rispettivamente a euro 8145 se subordinato o 4800 se autonomo o parasubordinato) oppure da coloro che non stanno effettivamente cercando una occupazione, ma sono solo intenzionati ad avanzare richieste per prestazioni ed agevolazioni sociali o sanitarie.
La DID può essere sottoscritta di persona agli sportelli del Centro per l’impiego oppure effettuata via internet, tramite il portale “Lavoro per Te”.

Per rilasciare la propria DID online è necessario essere iscritti a Lavoro per te e essere abilitati ai servizi amministrativi di Lavoro per Te,

I cittadini stranieri possono fare la DID online a condizione che abbiano un permesso di soggiorno in corso di validità e rilasciato per motivi compatibili con l’iscrizione al Centro per l’Impiego.

 

L’Agenzia Regionale per il lavoro

L’Agenzia Regionale per il Lavoro: www.agenzialavoro.emr.it è un ente pubblico autonomo rispetto alla Regione Emilia-Romagna, che ne esercita solo il controllo. È stata istituita con L.R. 13/2015 ed è operativa dal 2016. Ha sede a Bologna e opera attraverso le sedi dei 38 Centri Per l’Impiego dell’Emilia-Romagna e dei 9 uffici di collocamento mirato. Il portale dell’Agenzia Regionale per il Lavoro permette di accede alle pagine di ogni singolo CPI regionale, alle banche dati ed alle pagine della sezione Come fare per onde trovare informazioni sulle principali richieste che vengono rivolte ai Centri per l’Impiego.


Lavoro per te

Lavoro per Te è il portale dei servizi online per il lavoro della Regione Emilia Romagna, inizialmente era un progetto del Servizio Lavoro della Regione in collaborazione con le Provinciem con il fine di mettere a disposizione del cittadino e delle aziende nuovi servizi online, con la nascita dell’Agenzia Regionale per il Lavoro è diventato il portale dei servizi dell’Agenzia stessa,

Lavoro per Te è anche una fonte di informazioni sempre aggiornata sui temi del lavoro e della formazione professionale.
Il portale è utilizzabile da imprese e cittadini.
I lavoratori devono essere almeno domiciliati sul territorio regionale.

Servizi del portale:

  1. si possono consultare le offerte di lavoro di tutti i Centri per l’impiego dell’Emilia Romagna e anche quelle pubblicate dai privati;
  2. si può scrivere il proprio Curriculum Vitae (CV) direttamente via internet ecandidarsi agli annunci di lavoro presenti sul portale;
  3. si possono chiedere consulenze e assistenza sulle questioni di competenza del Centro per l’impiego;
  4. si possono usare i “Servizi amministrativi” del portale:
  • iscriversi come “disoccupati” al Centro per l’impiego (DID online) , senza bisogno di presentarsi personalmente agli sportelli
  • avere accesso e stampare il “percorso lavoratore”
  • fare la sottoscrizione online del Patto con il Centro per l’impiego.

L’accesso ai “servizi amministrativi” è riservato agli utenti che ne abbiano fatto specifica richiesta.

Il “Percorso Lavoratore” (C/2 storico) tpermette di avere una stampa dei periodi di lavoro.

Il percorso lavoratore è l’elenco dei rapporti di lavoro effettuati in un determinato periodo e ordinati per data decrescente.
I rapporti di lavoro visualizzati sono solo quelli registrati nel Siler (Sistema Informativo Lavoro Emilia-Romagna) dei Centri per l’impiego della regione Emilia-Romagna.
Si tratta di un documento strettamente personale, pertanto, a tutela della privacy, sono previste precise modalità di  identificazione del richiedente.

Altri servizi del portale
  • Firma del Patto Online
  • Gestione tirocini
  • Lettera di presentazione
  • Ricerca aziende
  • Strumenti per l’orientamento
  • Adesione a Garanzia Giovani

Lavoro Per Te è anche una APP disponibile per le piattaforme Apple e Android.


Riferimenti: 

Email: lavoroperte.re@regione.emilia-romagna.it

Rete degli Sportelli Regionali

Legislazione di riferimento

Ultimo aggiornamento