Il riconoscimento dei crediti nel sistema di formazione professionale regionale

La Regione Emilia Romagna attraverso il Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze (SRFC) definisce e regola il servizio finalizzato a riconoscere formalmente le competenze acquisite dalle persone in esito ad apprendimenti formali, non formali e informali (deliberazioni di Giunta regionale n. 1434/2005 e n. 739/2013). Il riconoscimento formale delle competenze avviene in relazione agli standard professionali del Sistema Regionale delle Qualifiche (SRQ), di cui alla deliberazione di Giunta regionale n. 936/2004 e ss.mm.ii.

Si tratta di un sistema finalizzato a formalizzare e certificare le competenze possedute dalle persone. Queste competenze possono essere state acquisite sia con la partecipazione a un corso di formazione sia tramite l’esperienza maturata in contesti lavorativi, informali o di apprendimento formale. Il servizio è quindi fruibile sia da coloro che partecipano a percorsi formativi sia da coloro che vogliono veder valorizzate le competenze acquisite nei propri percorsi individuali (in questo secondo caso è spesso l’azienda a sollecitare la formalizzazione delle conoscenze dei propri dipendenti).
La procedura di formalizzazione delle competenze è gestita dagli enti di formazione accreditati dalla Regione a svolgere questa funzione.

L’obiettivo è di permettere alle persone di rendere le competenze acquisite formalizzate e/o certificate – e pertanto riconoscibili e spendibili – al fine di supportarle nei percorsi di crescita professionale all’interno delle proprie organizzazioni di lavoro, nonché nell’ambito di eventuali transizioni tra un lavoro e un altro tra imprese, sistemi produttivi e/o filiere.

Il Sistema Regionale di Formalizzazione e Certificazione delle competenze (SRFC) si applica:

  • in tutti i corsi di formazione in cui si sviluppano competenze tecnico professionali,
  • nei tirocini e nel servizio civile,
  • in apprendistato,
  • nel lavoro.


È rivolto a chi partecipa a un percorso formativo e a coloro che intendono farsi riconoscere competenze acquisite in contesti formali (istruzione e formazione), non formali (contesti lavorativi e professionali) e informali (contesti di vita sociale e individuale).

Per ottenere il riconoscimento dei crediti per l’accesso a un corso di formazione (identificazione della padronanza di alcuni contenuti che si affronteranno in unità formative del corso – crediti di frequenza) ci si può rivolgere ai soggetti autorizzati dalla Regione a svolgere questa funzione.
I Soggetti Attuatori del Servizio SRFC possono essere:

  • Soggetti del Sistema Formativo e del Sistema di Istruzione e Formazione Professionale,
  • Servizi per l’Impiego (accreditati o autorizzati ad attuare la formalizzazione e certificazione delle competenze)
  • Imprese (specificamente autorizzate ad erogare il Servizio SRFC ai propri dipendenti).


Il Servizio SRFC è articolato nelle seguenti fasi:

  1. Accesso al Servizio: finalizzato ad avere informazioni sul significato e l’articolazione del Servizio, conoscere gli accertamenti previsti, esprimere la propria di riconoscimento dell’esperienza maturata in contesti formali, non formali e/o informali (o la richiesta di iscrizione ad un percorso di formazione);
  2. Accertamento tramite Evidenze: si tratta di presentare documentazioni “formali”, come attestati di svolgimento di un’esperienza formativa, lavorativa, di volontariato e di altro tipo, dichiarazioni di datori di lavoro o autodichiarazioni, ma anche di evidenze di “output”, cioè riferite al prodotto dell’attività della persona per esempio campioni di prodotto, documenti realizzati e, infine, evidenze di “azione” (per esempio testimonianze di persone che hanno avuto modo di osservare “in situazione” il comportamento della persona, registrazioni audio e video, ecc. Al termine dell’accertamento tramite evidenze è previsto il rilascio del documento di valutazione (Valutazione delle Evidenze).
  3. Accertamento tramite Colloquio valutativo finalizzato a verificare il possesso di capacità e conoscenze corrispondenti ad una o più Unità di Competenza di una Qualifica regionale a partire dagli esiti della valutazione delle evidenze registrate. Durante il Colloquio si esplorano e si esaminano le attività e le esperienze sviluppate nell’ambito di percorsi formativi e/o professionali. Al termine dell’accertamento tramite colloquio valutativo è reso disponibile il documento di valutazione (Valutazione delle Competenze) per lo svolgimento degli adempimenti amministrativi relativi all’eventuale rilascio del Certificato di Competenze.
  4. Accertamento tramite Esame: finalizzato a verificare il possesso di capacità e conoscenze corrispondenti agli standard professionali di una Qualifica regionale. E’ svolto da un’apposita Commissione e prevede una “prova pratica” e un “colloquio”. Al termine dell’Accertamento tramite esame, è reso disponibile il Documento di Valutazione delle Prestazioni per lo svolgimento degli adempimenti amministrativi relativi al rilascio del Certificato di Qualifica Professionale o, eventualmente, del/i Certificato/i di Competenze o della Scheda Capacità e Conoscenze.


La figura sintetizza il processo descritto:

Per approfondire: https://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/sistemi-regionali

 

Riconoscimento di crediti per Operatore Socio Sanitario (OSS)

La Regione Emilia-Romagna ha siglato il 2 agosto 2019 un protocollo d’intesa con l’Ufficio Scolastico Regionale che permette agli istituti professionali del territorio ad indirizzo “Servizi per la sanità e l’assistenza sociale” di rilasciare ai propri studenti, al termine del percorso di studi, anche la qualifica professionale di Operatore Socio-Sanitario (OSS).

Il protocollo dà continuità al precedente accordo, siglato nel 2015, con il quale ha preso il via una sperimentazione che ha visto coinvolte 14 scuole del territorio, alcune classi delle quali, nei successivi anni scolastici, hanno conseguito la qualifica di OSS.

Le informazioni sulle attività formative sono fornite dalle scuole aderenti attraverso iniziative di informazione e orientamento rivolte agli studenti e alle loro famiglie:

  • I.S. F.lli Taddia di Cento (FE)
  • P. Cattaneo Deledda di Modena
  • P. Versari Macrelli di Cesena
  • I.S. G.D. Romagnosi di Piacenza
  • P. Mario Carrara di Guastalla (RE)
  • I.S. Paolini Cassiano di Imola  (BO)
  • I.S. Polo tecnico professionale di Lugo (RA)
  • I.S. L. Einaudi di Ferrara
  • I.S. R.L. Montalcini di Argenta (FE)
  • P. Galvani Iodi di Reggio-Emilia
  • S. P. Giordani di Parma – Sito web
  • I.S. Gobetti di Scandiano (RE) – Sito web

 

Per approfondire: https://formazionelavoro.regione.emilia-romagna.it/qualifiche/approfondimenti/progetti/protocollo-oss-ip

Ultimo aggiornamento